Maddalena bipolare a Insieme Festival

Il mio romanzo d’esordio Maddalena bipolare è stato ospite del festival romano Insieme dall’1 al 4 ottobre, nello stand della casa editrice Golem. Nelle foto vedete il direttore editoriale Giancarlo Caselli, la correttrice di bozze Paola Tombolini e me. Il libro sarà in vendita nelle librerie dal 22 ottobre e online potete già ordinarlo suContinua a leggere “Maddalena bipolare a Insieme Festival”

Prenotazione della vostra copia di Maddalena bipolare

Ciao! Su Amazon potete già prenotare la vostra copia del romanzo Maddalena bipolare. Il link per l’acquisto è questo: https://www.amazon.it/Maddalena-bipolare-Ornella-Spagnulo/dp/8885785980/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&dchild=1&keywords=ornella+spagnulo&qid=1600756047&sr=8-1. Il libro costa 14 euro. Qui, attualmente solo per voi che mi seguite sul blog, pubblico l’incipit. “«Ma dove sono?» «Ti abbiamo dato dei calmanti perché eri agitata e toccavi tutti.» «Mi avete legato!» «SoloContinua a leggere “Prenotazione della vostra copia di Maddalena bipolare”

A noi bipolari

A noi, perché lottiamo.A noi, perché non tutti ci capiscono.A noi, perché a volte ci mettiamo in ridicolo.A noi, perché il sole splende anche quando siamo in depressione.A noi, perché torneremo normali anche dopo una mania.A noi, perche resistiamo e ovunque ci porti questa strana strada siamo noi stesse e dobbiamo volerci bene ❤❤❤. OrnellaContinua a leggere “A noi bipolari”

Non sono roba vostra

Sabrina durante la prima notte del ricovero nella nuova clinica fece un sogno sconvolgente. I genitori di Sabrina/Maddalena la guardavano con affetto, all’inizio, la cullavano appena nata come se fossero stati San Giuseppe e la Madonna, ma poi si trasformavano nei suoi genitori veri. “Dove te ne vai a predicare, Maddalena?” “Lo sai che seContinua a leggere “Non sono roba vostra”

Si poteva prendere cura di lei

“Sarò la tua preferita come Maddalena lo fu di Cristo”, gli aveva detto al telefono la sera prima del ricovero. Come aveva fatto a non capire quel segnale? Ma a lei, Sabrina, piaceva a volte giocare con le storie delle reincarnazioni anche nei momenti di normalità, per questo Guido non aveva preso la frase comeContinua a leggere “Si poteva prendere cura di lei”

Qualcuno ci avrebbe chiacchierato sopra

Lui che era riuscito a curare pazienti di cui fondamentalmente non gli importava niente a livello relazionale, si trovava sconfitto con la donna che amava chiusa in un’altra clinica psichiatrica per colpa sua. Si dava ancora la colpa per averle fatto una proposta così grande e importante senza averla preparata prima e dopo un periodoContinua a leggere “Qualcuno ci avrebbe chiacchierato sopra”

“Siete un insieme di stronzi normali”

Una volta a casa, accese il suo sigaro e si immaginò delle scene nella testa. Erano a casa sua, lui e Sabrina, con quei mobili piuttosto antichi e i libri e i quadri appesi. “Sabrina, non vedi quanto amore ti ho dato? Quanto in più te ne potevo dare?” “Io non dovevo essere ricoverata aContinua a leggere ““Siete un insieme di stronzi normali””

“Non faccio più la Maddalena, te lo prometto”

Alcuni infermieri la prendevano in giro. La Porta provava una grande rabbia quando succedeva e a volte rispondeva a tono e li rimproverava. A ogni modo era una situazione complicata, sia per lei che per lui. Lei a volte si rivolgeva con rabbia verso il suo psichiatra, altre volte piangendo lo implorava di prenderle laContinua a leggere ““Non faccio più la Maddalena, te lo prometto””

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito